Cerca
 


[ Home ] [ Istituto ] [ Indirizzi di studio ] [ Didattica ] [ Esperienze ] [ Contatti ] [ Area riservata ]
[ Link ]




NEWS >Special Olympics 2019




Nell’ambito degli incontri pensati dal Dipartimento di Scienze Umane, gli studenti del liceo delle scienze umane hanno partecipato all’incontro che si è tenuto venerdì 15 novembre 2019 con i referenti di Special Olympics.

 

Special Olympics è l'associazione sportiva internazionale che organizza, con cadenza quadriennale i Giochi Olimpici Speciali; fondata da Eunice Kennedy Shriver nel 1968, propone ed organizza allenamenti ed eventi per persone con disabilità intellettiva per ogni livello di abilità.

L'associazione è riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale.

La mission è legata al potere dello sport, praticando sport, le persone con disabilità intellettiva, sono messe nelle condizioni di scoprire nuove attitudini e capacità, abilità e successi. Gli atleti scoprono la gioia, la fiducia in loro stessi e la piena soddisfazione – sul campo di gioco e nella vita.

L’incontro che si è rivelato estremamente toccante e formativo per gli studenti, ha visto la partecipazione del referente della Regione Lombardia di Special Olympics, Fabio Casamassima, della referente della Associazione I Quadrifogli di Vigevano associati da anni al circuito dei giochi speciali, Grazia Andreani, con l’atleta campione mondiale Special Olympics Federico Correzzola e il referente dell’area volontari Alberto Canepari.

La mattinata si è aperta con un video sulla nascita dei giochi speciali, da cui è emersa la forza e la determinazione della loro fondatrice Eunice Kennedy Shriver che ha avuto una splendida intuizione. Ha capito, lei per prima, che lo sport poteva essere il terreno comune per unire persone diverse, ognuna con le sue caratteristiche.

 I momenti di maggior impatto emotivo sono però stati legati ai racconti di Federico Correzzola, che ha raccontato di come attraverso lo sport è riuscito ad uscire da una condizione di bullismo e fragilità sociale, e al racconto del volontario Alberto Canepari che ha fatto emergere tutta la forza del vivere la diversità come un fattore positivo per la crescita personale.

Gli atleti Special Olympics possono quindi diventare fonte d’ispirazione per altre persone, nelle loro comunità e altrove, per aprire il cuore ad un mondo più ampio di talenti umani e potenzialità.

 




 






Istituto d'Istruzione Superiore Bachelet - Abbiategrasso (MI) - © 2018 All right reserved

pec: MIIS003003@PEC.ISTRUZIONE.IT - - tel Segreteria: 02 9464236 - 02 94960021 - - P. IVA e Cod. Fiscale: 90000430158

Amministrazione trasparente - - Albo online - - Siti tematici: Ambito 25 - USR - USP - MIUR

Note legali - - Cookie - - Privacy